martedì 22 gennaio 2013

Polpettone alla mortadella

Mi piacciono molto i polpettoni, sarà il divertimento di pastrocchiare nell'impasto con le mani!
Questo è diverso dai soliti che ho imparato a fare da mia madre.
Ho trovato la ricetta in una rivista acquistata al supermercato, ma ho dovuto modificarla non tanto per velleità mie (questa volta almeno!), piuttosto perché la ricetta prevedeva uno sproposito di uova rispetto a quante ne servivano per impastare... se avessi seguito gli ingredienti alla lettera, avrei fatto una frittata!

Ingredienti:

- 100 gr di pane grattugiato
- 150 gr di parmigiano reggiano grattugiato
- 60 gr di mortadella
- 2 uova
- brodo di carne
- un ciuffo di prezzemolo
- uno spicchio di aglio

La preparazione è molto semplice.
Tritare la mortadella, il prezzemolo e l'aglio.
Unire tutti gli ingredienti e impastare fino ad avere un composto omogeneo.
Comporre il composto a forma di cilindro, avvolgerlo in uno straccio da cucina (una tela molto pulita, visto che la si sta usando per cucinare, ma di cui non si sentirà la mancanza nel caso si rovini usandola così. la mia mamma mi insegnava sempre di usare anche tessuti non tinti, se possibile. non si sa mai, potrebbero essere tossici).
Portare a bollore il brodo, immergervi il polpettone avvolto nella tela e lasciarlo cucinare in immersione per un'ora e mezza.
Finita la cottura, togliere dal brodo e scolare il polpettone, lasciarlo raffreddare prima di tagliarlo.

E' un piatto molto saporito che intendo servire accompagnato da purè di patate. Ci metterò sicuramente anche delle verdure di contorno, ma ancora non ho deciso quali. Sicuramente di stagione. Al momento ci vedrei bene dei carciofi...

6 commenti:

  1. Un giorno farò la variante vegetariana del polpettone....
    Serena

    RispondiElimina
  2. e vorrò conoscere la ricetta della variante, almeno per curiosità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarai accontentata al più presto!!!

      Elimina
  3. E' la prima volta che sento parlare di cottura di un polpettone nel brodo.
    Roberta
    p.s.: c'è il codice di controllo antispam nei commenti, è voluto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  4. il codice antispam non è voluto (devo però capire come toglierlo)
    io l'ho sempre cotto in brodo o acqua salata il polpettone, più la seconda del primo, anche perchè, diciamolo, è più economico come metodo!

    RispondiElimina